Aggiornamenti Coronavirus - Comunicati stampa

Care cittadine, cari cittadini,

In data 8 aprile 2020, il Consiglio federale ha deciso di estendere la durata delle misure restrittive sin qui adottate a livello federale fino al 26 aprile 2020 e di prorogare fino al 19 aprile quelle particolari adottate dal Canton Ticino. Parallelamente, il Consiglio di Stato ha deciso di aprire, dal 14 aprile e progressivamente, alcune attività economiche, ma limitatamente ai settori che, con il prolungarsi dell’emergenza e l’esplosione della primavera, diventano sempre meno procrastinabili per i cittadini e i comuni. Tra questi vi è il settore dei giardinieri e dei vivaisti che, successivamente alle festività pasquali, potranno riprendere le proprie attività nel rispetto della distanza sociale accresciuta e delle norme igieniche. Ciò significa che anche le attività di manutenzione del verde pubblico potranno riprendere a partire da martedì prossimo, purché rispettino le specifiche condizioni (pto. 18). Rimangono per contro interdette gli interventi di creazione di paesaggi (es. rotonde o parchi giochi). Per ulteriori informazioni potete fare riferimento alla specifica Risoluzione governativa.

Inoltre, il Consiglio di Stato ha pure aggiornato le proprie disposizioni per la popolazione e per chi ha compiuto 65 e più anni. Rispetto a questa è stata in particolare tolta la limitazione per gli Over 65 di andare a fare la spesa, limitando questa possibilità fino alle ore 10:00 (pto. 4).

Infine, sempre il Consiglio di Stato, con una Risoluzione governativa che aggiorna le misure economiche previste nell’ambito dell’emergenza da coronavirus, ha deciso che gli interessi di ritardo sui crediti fiscali, compresi gli acconti non saldati, non saranno conteggiati per l'anno civile 2020, e precisamente a partire dal 01.03.2020 al 30.09.2020.